La sporca verità su quanto spesso hai bisogno del tuo olio cambiato

  • Jacob Hoover
  • 0
  • 2811
  • 621
Hai davvero bisogno di far cambiare l'olio della tua auto ogni 3.000 miglia? Gli esperti dicono non necessariamente. vm / Getty Images

I cambi di olio sono solo uno dei tanti piccoli fastidi del possesso di un'auto, ma sono fondamentali per mantenere la tua auto in buona forma. Inoltre, se non cambi l'olio in tempo e con i prodotti adeguati, potrebbe invalidare la garanzia della tua auto.

Tuttavia, gli esperti ora affermano che l'intervallo di cambio dell'olio standard di ogni tre mesi - o ogni 3.000 miglia (4.828 chilometri) - è una vecchia notizia e che la maggior parte delle auto può viaggiare un po 'più lontano prima di dover sostituire l'olio. Se cambi l'olio più spesso del necessario, non aiuterà la tua auto. Non lo danneggia nemmeno, ma stai sprecando denaro, tempo e risorse. Tieni presente anche che buttare via l'olio ancora utilizzabile mette a dura prova l'ambiente.

Ci sono quattro principali intervalli "consigliati" per il cambio dell'olio in base a fattori specifici per te e per la tua auto:

  • Ogni 1.000 miglia (1.609 chilometri) o ogni sei mesi
  • Ogni 3.000 miglia (4.828 chilometri)
  • Ogni 5.000 - 7.500 miglia (8.046 - 12.070 chilometri)
  • Ogni 10.000-15.000 miglia o ogni sei mesi (16.093-24.140 chilometri)

Diamo un'occhiata alle circostanze per ciascuno.

Cambia ogni 1.000 miglia

Innanzitutto, se alcuni esperti dicono che 3.000 miglia sono troppo frequenti, perché quegli stessi esperti raccomanderebbero intervalli di ogni 1.000 miglia? Tutto dipende dalle tue abitudini di guida. Se la tua routine di guida consiste principalmente in viaggi di 10 miglia o meno, dovresti considerare di cambiare l'olio più spesso di ogni 3.000 miglia per due motivi.

  1. Se non stai facendo lunghi viaggi a velocità elevate e costanti (come faresti su un'autostrada), il tuo motore non si surriscalda abbastanza da far evaporare la condensa che si accumula nel sistema. Ciò può causare la degradazione del petrolio più velocemente.
  2. La maggior parte dell'usura del motore si verifica quando si avvia la macchina e, se non si guida molto lontano, la maggior parte della guida è del tipo che è molto difficile per il motore. Cambi dell'olio più frequenti aiuteranno a ridurre al minimo i danni.

In breve, se guidi la tua auto di rado, come in molto meno del chilometraggio dell'intervallo di manutenzione consigliato, dovresti comunque cambiare l'olio due volte all'anno poiché l'olio si degrada nel tempo.

Cambia più frequentemente

Alcuni esperti di auto suggeriscono che l'intervallo di 3.000 miglia è davvero a vantaggio dei negozi che cambiano l'olio, poiché più spesso entri, più soldi guadagnano. Tuttavia, se hai un'auto di un modello più vecchio che consiglia questo intervallo, probabilmente farai meglio a rispettarlo.

Scientific American sostiene la necessità di intervalli più lunghi, in particolare ogni 5.000-7.500 miglia, sulla base del fatto che questo è ciò che è raccomandato nella maggior parte dei manuali dei proprietari di auto. L'intervallo da 5.000 a 7.500 miglia sta diventando sempre più comune, anche se alcuni produttori consigliano di tenere in considerazione anche il proprio stile di guida e le proprie abitudini.

Ad esempio, se la tua auto è abbastanza nuova e di solito guidi 20 minuti o più e raggiungi velocità abbastanza costanti (al contrario del traffico stop-and-go per l'intero viaggio) sei un ottimo candidato per aumentare il tempo tra i cambi d'olio. Tuttavia, se la tua auto è più vecchia, è meglio attenersi al programma di manutenzione consigliato dal produttore.

Cambia ogni 10.000 miglia

Se il produttore della tua auto consiglia olio sintetico, o se decidi di effettuare il passaggio, potresti percorrere fino a 10.000 miglia o più tra i cambi d'olio. Sebbene l'olio sintetico sia molto più costoso del normale olio, ha più vantaggi. Funziona meglio del normale olio (vedi Ora è interessante, di seguito) ed è migliore per l'ambiente.

L'opinione è diversa, tuttavia, se ne valga la pena. Mentre alcuni esperti suggeriscono di farlo nella maggior parte delle circostanze, Consumer Reports afferma che, in generale, non dovresti passare al sintetico se la tua auto non ne ha bisogno. Se rimorchi spesso carichi pesanti, l'olio sintetico può aiutare ad alleviare lo sforzo aggiuntivo sul tuo motore. Se possiedi un modello noto per essere soggetto a problemi di morchia (ovvero, quando il tuo motore si intasa con i residui di olio degradato), l'olio sintetico può aiutare ad alleviare questi problemi e prolungare la vita del tuo motore.

Prendi l'abitudine di controllare il tuo olio almeno una volta al mese. Jose Luis Pelaez Inc / Getty Images

Cosa significano quelle luci del cruscotto

È meglio tenere traccia dei chilometri percorsi tra i cambi d'olio, anche se alcune auto lo rendono più semplice con un indicatore di trattino che ti dice che è ora di andare al negozio, come parte di quello che viene chiamato un sistema di monitoraggio della vita dell'olio. Questi sistemi tracciano il tuo chilometraggio e utilizzano anche i dati della tua guida che vengono analizzati dal computer della tua auto per determinare quando la tua auto ha bisogno di un cambio d'olio. Quando la luce si accende, è meglio cambiare l'olio il prima possibile, ma non è necessariamente urgente.

Se la tua auto ha un sistema di monitoraggio della durata dell'olio, nota che questa luce è diversa dalla spia della pressione dell'olio, che si illumina sul cruscotto se l'olio della tua auto non scorre correttamente a causa del livello basso, di una pompa dell'olio guasta, di una perdita nel sistema o qualche altro problema. Impara la differenza tra le due luci del cruscotto, perché se la spia della pressione dell'olio si accende, devi smettere di guidare il prima possibile per evitare danni al motore.

Prendi l'abitudine di controllare l'olio almeno una volta al mese per assicurarti che la tua auto non perda o bruci olio. Se il livello è basso, aggiungere olio. Un buon olio dovrebbe essere di un colore marrone-nero chiaro, sebbene l'Automobile Association of America avverta che il colore non è l'unico indicatore della durata dell'olio. Se l'olio è torbido o opaco, potrebbe essere il momento di cambiare, e se è lattiginoso, il tuo motore potrebbe perdere liquido di raffreddamento. Se la tua auto ha uno dei suddetti sistemi di monitoraggio dell'olio, tuttavia, potresti non avere un'astina di livello per controllare l'olio.

La morale della storia? Se non sai quanto spesso cambiare l'olio o come controllarlo tra i cambi dell'olio, consulta il manuale del proprietario. Queste abitudini aiuteranno a garantire la longevità del tuo motore.

Ora è interessante L'olio sintetico è migliore dell'olio normale perché non si rompe come l'olio normale, quindi puoi passare più tempo tra i cambi d'olio. L'olio sintetico può anche resistere a temperature più estreme; non si romperà a motore caldo o durante la stagione calda. In inverno, l'olio sintetico può resistere agli effetti del freddo, il che significa che inizierà a fluire non appena avvierai l'auto.



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto