Motori Harley-Davidson

  • Vova Krasen
  • 0
  • 1858
  • 118
1909-1929 Aspirazione su motore Harley-Davidson di scarico. Vedi altro foto di motociclette.

Quando si pensa ai motori Harley-Davidson, di solito viene in mente il fragoroso V-twin. Sebbene nel corso degli anni siano stati prodotti design diversi in un numero di dimensioni diverse, le versioni più grandi sono sempre state chiamate Big Twin (sebbene lo stesso termine sia usato anche per le bici che trasportavano quei motori). Ci sono state sei generazioni distinte di design Big Twin e la storia dell'azienda è spesso segmentata in base a quelle sei generazioni, come abbiamo in questo articolo.

Ancora una nota. Mentre la regola generale è che i motori sono alimentati a gas e i motori sono elettrici, Harley-Davidson (così come la maggior parte degli storici motociclistici) si riferisce tipicamente ai propulsori come motori, probabilmente perché i veicoli sono sempre stati chiamati motocicli, non motori. - e seguiremo l'esempio.

Galleria di immagini della motocicletta

1909-1929 Aspirazione sullo scarico (IOE): I primi motori monocilindrici di Harley avevano valvole di aspirazione in testa che venivano aperte dal vuoto piuttosto che dall'azione meccanica della camma. Anche il primo bicilindrico a V introdotto nel 1909 aveva valvole di aspirazione a depressione, che non funzionavano particolarmente bene. Quando fu reintrodotto nel 1911, il bicilindrico a V aveva normali valvole di aspirazione azionate a camma. Le valvole di scarico sono state montate nel blocco (valvola laterale) in tutti i casi. I primi gemelli a V spostati di 50 pollici cubi; una versione da 61 pollici cubi fu aggiunta nel 1912.

Motore Harley-Davidson 1930-1935 a testa piatta (valvola laterale)

1930-1935 Flathead (valvola laterale): Le teste piatte Big Twin hanno guidato la linea per soli sei anni prima di essere oscurate dal primo bicilindrico a V di Harley. Tuttavia, i Big Twins a testa piatta rimasero disponibili fino al 1948, vendendo insieme ai loro fratelli più moderni. Le teste piatte Big Twin originali hanno spostato 74 pollici cubi; una versione da 80 pollici fu aggiunta alla fine del 1935. Sebbene le teste piatte fossero teoricamente meno efficienti dei precedenti progetti IOE, si erano evolute al punto in cui non erano solo più potenti, ma anche più facili da lavorare: un grande vantaggio nei giorni quando i motori richiedevano più manutenzione e non erano affidabili come lo sono oggi.

Motore Harley-Davidson Knucklehead 1936-1947

1936-1947 Knucklehead: Harley aveva offerto singoli con valvole in testa negli anni '20, ma il Knucklehead era il primo bicilindrico a V con valvole in testa dell'azienda. Il Knucklehead originale spostò 61 pollici cubici, ma una versione da 74 pollici fu aggiunta per il 1941. Sebbene più piccolo in cilindrata rispetto ai modelli a testa piatta simultanei, la configurazione a valvole in testa del Knucklehead gli diede più potenza. Sul Knucklehead è stato introdotto un moderno sistema di lubrificazione a ricircolo. Per inciso, "Knucklehead" non era il nome di Harley per il motore (la fabbrica lo chiamava "61 OHV"). I motociclisti gli hanno dato il soprannome di "Knucklehead" perché i suoi coperchi delle valvole sembravano pugni con due nocche sporgenti.

Motore Harley-Davidson Panhead 1948-1965

1948-1965 Panhead: Il motore Panhead è stato dotato di nuove testate in alluminio che hanno funzionato più fresco rispetto a quelle precedenti in ghisa e hanno contribuito a produrre più potenza. Ha inoltre introdotto alzavalvole idrauliche, che hanno ridotto al minimo il noioso compito di regolare le valvole e hanno anche permesso al motore di funzionare in modo più silenzioso. Come il Knucklehead prima, i motociclisti hanno coniato il soprannome di "Panhead" in riferimento ai coperchi delle valvole del motore, che ora sembravano pentole rovesciate. Inizialmente offerto nelle misure da 61 e 74 pollici cubi, il 61 fu abbandonato dopo il 1952. Nel suo ultimo anno, il Panhead fu dotato di un avviamento elettrico: una vera comodità, poiché i Big Twin erano diventati notoriamente difficili da calciare..

Motore Harley-Davidson Shovelhead 1966-1983

1966-1983 Shovelhead: Le teste ridisegnate davano al Big Twin un po 'più di potenza, e i coperchi delle valvole che le coprivano ora sembravano scoop di pala rovesciati, da cui il soprannome di "Shovelhead" che fu ancora una volta conferito dai motociclisti. Inizialmente dimensionato a 74 pollici cubi, una versione da 80 pollici si inchinò per il 1978 e alla fine divenne l'unica offerta. Sebbene il nuovo motore Evolution sia arrivato nel 1984, alcuni modelli Big Twin continuarono a trasportare uno Shovelhead per quell'anno.

Motore Harley-Davidson V2 Evolution dal 1984 a oggi

Evolution V2 1984-presente: Il bicilindrico a V Evolution di Harley ha affrontato molte delle lamentele rivolte agli Shovelhead, poiché era più fluido, più silenzioso, più potente e più affidabile. Anche se alcuni motociclisti hanno iniziato presto a riferirsi al nuovo motore come "Blockhead" a causa dei suoi coperchi delle valvole a forma di blocco, il nome non è mai rimasto bloccato e questa ultima generazione del Big Twin da 80 pollici cubi viene solitamente chiamata "Evo."

Continua a leggere per conoscere i bimotori più piccoli di Harley.

Per saperne di più su Harley-Davidson e altre motociclette classiche, vedere:

  • Motociclette Harley-Davidson
  • Come funziona Harley-Davidson
  • Come funzionano gli elicotteri
  • Profili Chopper
  • Motociclette classiche
  • Come funzionano le motociclette
1929-1952 Motore Harley-Davidson Forty-Five Flathead (valvola laterale)

Dal 1929, i motori Harley-Davidson sono stati offerti anche come motori bicilindrici a V più piccoli. A volte questi modelli più piccoli sono molto difficili da distinguere dai loro fratelli maggiori, ma una regola è rimasta costante: i Big Twin hanno sempre portato le loro catene (o cinghie) di trasmissione finale sul lato sinistro della moto, mentre i modelli più piccoli hanno sempre avuto loro a destra. Inoltre, dal 1952, i modelli più piccoli hanno avuto il motore e la trasmissione uniti in un unico caso (chiamato costruzione dell'unità), mentre i Big Twin hanno sempre guidato attraverso una trasmissione separata.

1929-1952 Quarantacinque Flathead (valvola laterale): Il primo bicilindrico a V a testa piatta di Harley-Davidson era un piccolo motore da 45 pollici cubi che precedette di un anno il suo fratello Big Twin a testa piatta. Si è rivelata un'unità estremamente affidabile e ha goduto della durata di vita più lunga di qualsiasi motore nella storia di Harley: non solo è stato utilizzato nelle motociclette per oltre 20 anni, ma ha alimentato la Servi-Car a tre ruote dalla sua introduzione nel 1933 fino al suo edizione finale nel 1973! Condusse anche una vita eccitante, essendo il propulsore scelto per le motociclette che servirono gli alleati nella seconda guerra mondiale, così come per le macchine da corsa che hanno collezionato un lungo e invidiabile record di vittorie..

Motore Harley-Davidson Flathead serie K dal 1952 al 1956

1952-1956 K-Series Flathead: Originariamente dimensionato agli stessi 45 pollici cubi del suo predecessore, il K è cresciuto fino a 55 pollici cubi per il 1954. Ha mantenuto una configurazione a testa piatta ma è diventato il primo Harley V-twin ad essere accoppiato in un'unità con la sua trasmissione. Come l'originale Forty-five, si è rivelato disarmantemente potente in competizione, alimentando i piloti vincenti fino agli anni '60.

Motore Harley-Davidson Sportster 1957-1985

Sportster 1957-1985: Il motore della serie K adottò le valvole in testa nel 1957 per diventare il famoso Sportster. Dimensionato agli stessi 55 pollici cubi dei successivi motori della serie K, è stato indicato per la sua cilindrata equivalente in centimetri cubici (883 cc) perché è così che sono stati definiti i motori dei suoi concorrenti principali. I primi Sportster furono tra le motociclette più veloci dei loro tempi, essendo il "Re dei Draghi" incontrastato fino alla fine degli anni '60. La cilindrata è cresciuta fino a 1000 cc per il 1972, ma anche questo non è stato sufficiente per riportare lo Sportster al vertice nel Gran Premio dei semafori.

Motore Harley-Davidson Evolution Sportster 1986-Presente

Sportster Evolution 1986-presente: Dopo quasi 30 anni, il motore dello Sportster ha finalmente ricevuto una rinfrescata per il 1986, assumendo l'aspetto e il nome del fratello maggiore Evolution. Per la prima volta, è stato offerto in due dimensioni: l'originale 883 cc e una nuova versione da 1.100 cc. Quest'ultimo crescerà fino a 1.200 cc nel 1988, il che equivale a 74 pollici cubi, la stessa cilindrata del più grande dei Big Twin pre-1978 con valvole in testa..

Per saperne di più su Harley-Davidson e altre motociclette classiche, vedere:

  • Motociclette Harley-Davidson
  • Come funziona Harley-Davidson
  • Come funzionano gli elicotteri
  • Profili Chopper
  • Motociclette classiche
  • Come funzionano le motociclette



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto