Il nuovo esperto di auto volanti di Uber proviene dalla NASA

  • Vlad Krasen
  • 0
  • 3626
  • 1045
Uber ha introdotto il suo concetto di Uber Elevate nell'ottobre 2016. Uber

Jeff Holden, il chief product officer del gigante del rideshare Uber, ha creato scalpore l'anno scorso quando ha rivelato che la società sta cercando di sviluppare taxi volanti con la capacità di librarsi, atterrare e decollare dalle strade con l'aiuto di rotori simili a elicotteri.

A quel tempo, avrebbe potuto suonare più come un fantasy di fantascienza. Ma ora, Uber ha compiuto un passo importante verso la realizzazione pratica della sua visione dei veicoli volanti. Bloomberg Technology riferisce che la società ha assunto l'ingegnere aeronautico della NASA Mark Moore, che come ricercatore ha lavorato per sviluppare velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale (VTOL) che somigliano molto a ciò che Uber ha in mente con il suo progetto Uber Elevate.

Nel 2010, Moore ha scritto un articolo descrivendo un VTOL a bassa emissione, silenzioso e alimentato elettricamente, chiamato Puffin Electric Tailsitter. Ha immaginato che l'aereo usasse sei motori elettrici distribuiti sulla cellula per azionare eliche che gli avrebbero permesso di librarsi e navigare agilmente: "un aereo On-Demand progettato per fornire operazioni di prossimità silenziose, efficienti e sicure ad aziende e quartieri", egli ha scritto.

Moore ha detto a Bloomberg che pensa che Uber, con i suoi 55 milioni di passeggeri, possa dimostrare che esiste un mercato redditizio per i veicoli volanti. E in un discorso del 2015 alla NASA, Moore ha detto: "La propulsione elettrica distribuita ci consente di fare le cose che volevamo fare da 50 anni".

Il piano di Uber prevede che le persone viaggino in auto convenzionali verso "vertiport" VTOL che fornirebbero punti di decollo e atterraggio sicuri e un posto per la ricarica delle auto volanti elettriche.

Cos'altro ci riserva il futuro dell'auto volante? Questo video di Fw: Thinking esamina un Vahana, un nuovo progetto del colosso aereo Airbus, e alcuni dei problemi di fisica e di trasporto che le auto autonome dovrebbero affrontare:

Now That's Interesting Uber immagina le auto volanti come una soluzione per gli ingorghi urbani. "Treni, autobus e automobili convogliano tutti le persone da A a B lungo un numero limitato di percorsi dedicati, esponendo i viaggiatori a gravi ritardi in caso di una singola interruzione", osserva il piano dell'azienda. "I VTOL, al contrario, possono viaggiare verso la loro destinazione indipendentemente da qualsiasi percorso specifico".



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto