Come funzionano i VIN

  • Peter Tucker
  • 0
  • 846
  • 26
Questo veicolo ha il VIN all'interno della portiera lato guida. Immagine per gentile concessione di Ed Grabianowski

I numeri di identificazione del veicolo (VIN) sono sequenze di identificazione univoche su ogni auto prodotta negli Stati Uniti e in molti altri paesi. Questi numeri sono una specie di impronta digitale per un'auto. Aiutano a tenere traccia di problemi, cambiamenti di proprietà e scoraggiano i furti. In questo articolo scopriremo dove trovare il VIN della tua auto, cosa significano i numeri e come puoi utilizzare i VIN per aiutare a prevenire i furti o conoscere la storia di un'auto usata.

Un VIN è una sequenza di 17 caratteri contenente sia numeri che lettere. È apposto su tutte le auto, camion o rimorchi fabbricati negli Stati Uniti dopo il 1981. Due auto costruite entro 30 anni l'una dall'altra non possono avere lo stesso VIN. Il database dei record dei veicoli a motore tiene traccia delle informazioni su un VIN, ad esempio quando l'auto è stata ispezionata, quando ha cambiato proprietà e se è stata coinvolta in un grave incidente, ribaltamento o allagamento.

Nel 1987, lo standard per la prevenzione dei furti di veicoli a motore del Dipartimento dei trasporti richiedeva ai produttori di applicare il VIN anche sulle parti principali (come motori, cofani e paraurti) di alcuni veicoli se l'auto è considerata "furto elevato" [rif].

Sulla maggior parte delle auto, puoi trovare il VIN sul cruscotto sul lato del guidatore ed è visibile attraverso il parabrezza dall'esterno dell'auto. Di solito si trova su un adesivo o una targa all'interno della porta lato guida o sul davanzale del telaio dove si chiude la porta. Il VIN a volte è stampato all'interno del vano portaoggetti e di solito si trova sul titolo dell'auto e / o sui documenti dell'assicurazione.

Il Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti ha creato un sistema VIN coerente e unificato nel 1981. In particolare, includeva il sistema VIN nel Code of Federal Regulations, Titolo 49, Capitolo V, Parte 565 [rif]. Prima del 1981, le case automobilistiche utilizzavano il proprio sistema di numerazione per timbrare le auto con ID univoci. Il sistema VIN è conforme a uno standard sviluppato dall'Organizzazione internazionale per la standardizzazione nel 1977: ISO 3779. I produttori utilizzano tutte le lettere e i numeri, ad eccezione delle lettere I, O e Q.

Ogni carattere in un VIN ha un significato specifico e il VIN è suddiviso in sezioni. La prima sezione identifica il produttore del veicolo e utilizza le prime tre cifre:

  • La prima cifra identifica la nazione di origine. Se l'auto è stata assemblata da parti prodotte in paesi diversi, questa cifra riflette la nazione in cui è stata assemblata l'auto. Alcune nazioni più grandi sono suddivise in regioni. Ad esempio, alle auto costruite in Giappone viene assegnata una J nella prima cifra. Ma le auto prodotte negli Stati Uniti possono avere un 1, 4 o 5, a seconda della regione di assemblaggio.
  • La seconda cifra identifica il produttore del veicolo. Negli Stati Uniti, la Society for Automotive Engineers emette i codici dei produttori.
  • La terza cifra identifica una divisione all'interno del produttore o un tipo di veicolo generale. Ad esempio, il codice per una Ford di fabbricazione americana è 1F e, a seconda del tipo di veicolo, potrebbe essere 1FA, 1FB e così via. Un veicolo della General Motors degli Stati Uniti è un 1G. Chevrolet è una divisione di GM, quindi le prime tre cifre di una Chevrolet sono 1GC.

Questo contenuto non è compatibile con questo dispositivo.

Le cinque cifre successive, da quattro a otto, descrivono il veicolo. L'uso specifico di queste cifre varia da un produttore all'altro. Ecco un esempio che include elementi di codice comuni:

  • La quarta cifra potrebbe contenere un codice che rappresenta il peso, la potenza del veicolo o entrambi.
  • La quinta cifra spesso identifica la piattaforma del veicolo, come furgone, camioncino, rimorchio, berlina, ecc..
  • La sesta cifra può essere un codice speciale utilizzato dal produttore, oppure potrebbe identificare il modello specifico del veicolo, come Corvette, Durango o Mustang.
  • La settima cifra può essere utilizzata per identificare il tipo di carrozzeria, come quattro porte, due porte, berlina o cabriolet.
  • L'ottava cifra viene utilizzata per le informazioni sul motore, come il numero di cilindri e la cilindrata del motore.

Le cifre da quattro a otto potrebbero anche essere codificate per informazioni sulla trasmissione utilizzata, il grado dell'auto (ad esempio, Accord LX, DX, Si) o altre caratteristiche come cinture di sicurezza e airbag.

Le tre cifre successive sono coerenti tra tutti i produttori:

  • La nona cifra è sempre a cifra di controllo. Le altre cifre nel VIN passano attraverso una serie di calcoli per ottenere la cifra di controllo corretta. Ciò consente ai computer di sapere immediatamente se c'è un errore nel VIN, cosa che spesso accade quando qualcuno trascrive un VIN o lo inserisce in un computer.
  • La cifra dell'anno del modello è la decima cifra. Ogni anno ha un carattere in codice. Dagli anni '80 al 2000, ogni anno aveva un codice lettera, con 2000 assegnato Y. 2001 è stato dato il codice 1, 2002 è il codice 2 e così via.
  • L'undicesima cifra è il codice dell'impianto, che rappresenta la fabbrica in cui è stata assemblata l'auto.

Le ultime sei cifre, da 12 a 17, sono numeri di sequenza di produzione, sebbene i piccoli produttori che producono meno di 500 auto all'anno utilizzino la 12a, 13a e 14a cifra come codici identificativi aggiuntivi del produttore. I numeri di sequenza di produzione identificano il veicolo stesso, una sorta di numero di serie.

Poiché ogni produttore ha un codice diverso e ogni auto prodotta dalla stessa fabbrica ha il proprio numero di sequenza di produzione, ogni auto prodotta in un dato anno ha un VIN unico.

L'Unione Europea ha una regolamentazione simile per i VIN, ma è meno rigorosa della regola nordamericana. I VIN europei non devono includere dati relativi all'anno, alla fabbrica o agli attributi del veicolo. Tuttavia, i due sistemi sono compatibili. Sebbene la maggior parte dei paesi abbia una qualche forma di sistema VIN compatibile con il sistema nordamericano, le auto importate devono avere il loro numero VIN inserito nel database MVR insieme a informazioni sufficienti per spiegare quali sono i codici se il sistema VIN originale differisce dal Norma ISO 3779.

Calcolo della cifra di controllo

La cifra di controllo per un VIN si ottiene attraverso una serie di passaggi matematici. Ogni lettera utilizzata in un VIN ha un valore numerico corrispondente, mentre i numeri rimangono gli stessi. Pertanto, il VIN diventa una stringa di 17 numeri (con uno spazio nella nona posizione, dove va la cifra di controllo). Ogni posizione nel VIN ha un peso: il numero di volte in cui quella cifra viene moltiplicata.

Ad esempio, il peso della posizione uno è otto. Un computer moltiplica il numero nella posizione uno per 8. Quindi moltiplica tutti i 16 numeri per il peso appropriato per la loro posizione nel VIN, somma i risultati e divide il risultato per 11. Il resto diventa la cifra di controllo. Se il resto è 10, la cifra di controllo è X.

La maggior parte delle auto ha un VIN su un adesivo o una targa all'interno del davanzale della portiera del conducente, ma la polizia deve ottenere un mandato di perquisizione per vederlo. Immagine per gentile concessione di Ed Grabianowski

Un VIN non è solo un modo per contrassegnare e identificare le auto. Puoi usare il VIN in molti modi. La maggior parte delle persone usa un VIN quando pensa di acquistare un'auto usata. A pagamento, i servizi commerciali ti consentono di inserire un VIN e vedere i record su quell'auto nel database MVR. Questi record ti mostreranno quanti proprietari ha avuto l'auto, quando è stata ispezionata l'ultima volta, se è mai stata classificata come "limone", se è un'auto rubata o se ha subito un incidente grave come il rotolamento. o essere immersi in acqua. Un buon meccanico può anche individuare molti di questi problemi. Un controllo VIN può anche rivelare se il contachilometri dell'auto è mai stato spostato indietro o se è capovolto (ha raggiunto le miglia massime sull'indicatore ed è tornato a zero).

I VIN aiutano a scoraggiare i ladri di automobili, perché rendono più difficile rivendere l'auto. Se qualcuno controlla il VIN, mostrerà che l'auto è stata rubata, a meno che i ladri non l'abbiano alterata in qualche modo. Ma non è particolarmente difficile per i ladri di auto alterare i VIN. Cambiano spesso il VIN, sostituendo il VIN in un'auto rubata con un'altra auto che hanno acquistato legalmente. La polizia usa il VIN come identificativo positivo quando cerca auto rubate, ma i ladri spesso coprono il VIN del cruscotto. Un agente non può entrare in macchina per vedere la targa VIN del davanzale senza un mandato di perquisizione.

L'incisione VIN crea un altro livello di protezione. Una debole applicazione di acido incide il VIN nel parabrezza e in altri finestrini dell'auto. Questo aiuta a scoraggiare i furti per diversi motivi. I ladri non possono sbarazzarsi del VIN inciso senza sostituire il parabrezza, che è così costoso che può rendere non redditizio il furto e la rivendita di quell'auto. È anche molto più difficile coprire tutte le incisioni del VIN, quindi se un'auto viene rubata, la polizia può semplicemente leggere il VIN inciso dal finestrino. Diverse aziende vendono kit che includono un modello con il VIN e l'acido del tuo veicolo per circa $ 20. Anche i rivenditori di auto e i negozi di collisione offrono il servizio di incisione, ma tende a costare di più.

Per molte altre informazioni sui VIN e sugli argomenti correlati, controlla i collegamenti nella pagina successiva.

VIN Scams

I ladri di auto hanno escogitato molti modi per aggirare i VIN quando si tratta di rubare e spacciare auto. Un metodo è spogliare un'auto di tutte le parti e abbandonarla. Una volta che la compagnia di assicurazioni annulla il totale dell'auto, la vende all'asta. Il ladro poi riacquista l'auto a un prezzo molto basso, la ricostruisce rapidamente con le parti originali e quindi registra l'auto legalmente, VIN incluso.

Alcuni ladri rubano targhe VIN da auto legali. Il proprietario di solito non se ne accorge: chi controlla regolarmente il proprio VIN? Quindi attaccano la targa VIN rubata a un'auto rubata. Un metodo alternativo è acquistare un'auto distrutta da un cantiere di salvataggio e utilizzare la targa VIN di quell'auto. In molti di questi casi, il VIN probabilmente non corrisponderà al tipo esatto di auto e all'anno di produzione se qualcuno controlla, ma i ladri di solito possono trovarne uno abbastanza vicino. Poiché la maggior parte degli acquirenti non controlla il VIN, il ladro può concludere la vendita e scomparire molto prima che qualcuno noti qualcosa di sospetto sull'auto.

Articoli Correlati

  • Come acquistare un'auto
  • Come funziona il finanziamento dell'auto
  • Come funziona la vendita di un'auto
  • Come funzionano gli odometri
  • Come funzionano le serrature elettriche
  • Come funziona Power Windows
  • Come funzionano gli pneumatici

Altri ottimi link

  • Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti
  • Elenco dei dipartimenti di stato dei veicoli a motore
  • Code of Federal Regulations: Requisiti del numero di identificazione del veicolo
  • Organizzazione internazionale per la standardizzazione

fonti

  • Code of Federal Regulations, titolo 49, capitolo V, parte 565. http://www.access.gpo.gov/nara/cfr/waisidx_05/49cfr565_05.html



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto