Fiat auto sportive

  • Vova Krasen
  • 0
  • 1519
  • 328
La Fiat 124 Sport Spider era l'auto più popolare della Fiat, sebbene lo abbia fatto non ha ricevuto i riconoscimenti che altre auto d'epoca di quegli anni '70. Vedi altro immagini di auto sportive.

La casa automobilistica italiana Fiat era stata fondata per anni prima di cimentarsi nel mercato delle auto sportive. Come per molti produttori negli anni '60, la Fiat utilizzò uno dei modelli esistenti come base per la sua prima offerta di auto sportive, risultando nella Fiat 1200.

In questo articolo, imparerai a conoscere la storia delle auto sportive di Fiat, dalla 1200 in stile Pinin Farina alla Fiat 124 Sports Coupe e Spider di grande successo - entrambe hanno lavorato sul successo delle berline Fiat esistenti, producendo aggiunte eleganti e sportive al allineare.

Alla fine, tuttavia, la Fiat dovette ritirarsi dal gioco delle auto sportive, prima interrompendo la produzione delle sue auto sportive in Nord America e successivamente anche in Europa. Le Fiat avevano sempre avuto la reputazione di essere un po 'inaffidabili, il che alla fine le costrinse a uscire dal mercato. Tuttavia, la Fiat era e rimane una casa automobilistica di alta qualità.

Cominciamo la nostra esplorazione della Fiat nella pagina successiva con il 1200 e il 1500.

Per saperne di più su Fiat e altre auto sportive, vedere:

  • Come funzionano le auto sportive
  • Nuove recensioni di auto sportive
  • Recensioni di auto sportive usate
  • Muscle Cars
  • Come funziona la Ferrari
  • Come funziona la Ford Mustang
Questa Fiat 1600S leggermente modificata trasporta ruote invertite e più grandi- pneumatici di serie; manca anche l'emblema centrale della griglia Fiat.

Il produttore dei modelli Fiat 1200, 1500, 1500S e 1600S, Fiat è stata la General Motors d'Italia da sempre e, come l'azienda americana, è entrata nel business delle auto sportive relativamente tardi. La prima mossa della Fiat del dopoguerra in questa direzione fu l'8V del 1952-54, ma questa era strettamente un'indulgenza a produzione limitata (solo 114 prodotti) mentre il 1100 Transformabile del 1955-59 fu brutto e infruttuoso. Quindi, con l'aiuto di Pinin Farina e OSCA (Officina Spedalizzata Costruzione Automobili), La Fiat prese finalmente sul serio le auto sportive nel 1959, quando iniziò a costruire i modelli 1200, 1500, 1500S e 1600S.

Uno dei best-seller di Fiat all'epoca era la 1200 berlina, una quattro porte robusta e priva di ispirazione con costruzione in acciaio unitario, sospensioni anteriori indipendenti a molla elicoidale e un asse posteriore vivo sospeso e posizionato da molle a balestra semiellittiche. Questa non sembrava la roba di cui sono fatte le auto sportive, ma il capo tecnico Dante Giacosa lo sapeva meglio. Mantenendo il propulsore della berlina, il pianale e alcuni pannelli interni della carrozzeria, chiamò PF per costruirgli un'auto sportiva.

PF (che ha sempre insistito sul fatto che non aveva nulla a che fare con il Transformabile) ha prodotto una decappottabile a due posti semplice ma attraente completa di finestrini delle porte a scomparsa - e di conseguenza ha ottenuto il contratto per la costruzione di scocche di produzione in quantità. Fiat fornirebbe pianali; PF costruiva, dipingeva e tagliava i corpi prima di restituirli alla fabbrica Fiat del Lingotto per l'assemblaggio finale.

Nel frattempo, la Fiat aveva deciso di offrire una scelta di motori: il faticoso 1221 cc ohv quattro della berlina e un'unità twincam da 1,5 litri di nuova concezione. La Fiat aveva progettato di costruire quest'ultima, ma si è rivolta invece a OSCA, lo specialista di motori e auto da corsa con sede a Bologna, allora gestito dai fratelli Maserati.

L'abitacolo civile della Fiat 1600S aveva molti abbellimenti.

Entrambi i nuovi modelli furono presentati nel 1959: la 1200 Cabriolet da 58 cavalli e il motore OSCA 1500S da 80 CV. Poiché la versione twincam non era pensata per essere un articolo di volume, è stato lasciato alla due posti con asta di spinta per stabilire le credenziali di auto sportiva di Fiat, cosa che ha fatto in breve tempo.

Entrambi erano piccoli tourer eleganti e ben equipaggiati, e la 1500S era veloce come un'Alfa 1.3 Giulietta. PF ha presto prodotto un hardtop rimovibile come extra approvato dalla fabbrica. Sempre con la benedizione della Fiat, costruì e commercializzò un modello a tetto fisso che assomigliava piuttosto al successivo design coupé Lancia Flavia di PF.

I sei anni successivi portarono numerosi miglioramenti a queste Fiat aperte convenzionali ma con una buona manovrabilità. La 1500S ottenne i freni a disco anteriori standard alla fine del 1960, poi divenne la 1600S con la sostituzione di un motore OSCA ingrandito da 90 CV.

La 1200 originale fu aggiornata allo stesso modo nel marzo 1963, essendo "rimotorizzata" con le ultime quattro aste di spinta da 1481 cc delle nuove berline progettate da Lampredi per diventare una 1500 Cabriolet. Ciò ha portato 72 CV e più coppia, portando la velocità massima a circa 90 mph. Allo stesso tempo, la 1600S acquisì freni a disco posteriori e un naso a quattro luci modificato.

Il cambiamento più significativo di tutti apparve nel marzo 1965: un nuovissimo cambio sincronizzato a 5 marce per entrambi i modelli. Non ha aumentato le loro prestazioni, ma li ha resi più facili da guidare. Ha anche accennato al futuro della Fiat, poiché questo stesso cambio sarebbe tornato nel 1966 per il successore 124 Sport Coupe / Spider e le berline 124/125 su cui erano basate - le auto del dopoguerra di maggior successo nella storia della Fiat..

Per saperne di più su Fiat e altre auto sportive, vedere:

  • Come funzionano le auto sportive
  • Auto sportive degli anni '50
  • Auto sportive degli anni '60
  • Nuove recensioni di auto sportive
  • Recensioni di auto sportive usate
  • Muscle Cars
  • Come funziona la Ferrari
  • Come funziona la Ford Mustang
L'iterazione di Bertone degli Stati Uniti per l'84, ormai Fiat aveva ceduto la produzione e la vendita al carrozziere.

La Fiat X1 / 9 non è stata la prima auto sportiva di serie a motore centrale, ma è stata una delle più longeve. Annunciato nel 1972, era elegante, scattante e pieno di carattere, ben equipaggiato e con un notevole rapporto qualità-prezzo. Che l'X1 / 9 fosse "giusto" sin dal primo giorno è confermato dal fatto che è ancora in costruzione 16 anni dopo con poche modifiche importanti.

Non era nemmeno la prima auto sportiva a basso prezzo della Fiat. La gigantesca casa automobilistica italiana aveva avuto un buon successo negli anni '60 con le versioni coupé e spider della sua piccola berlina 850 con motore posteriore, sebbene si trattasse di modelli economici sportivi, non vere auto sportive.

Bertone aveva fornito le carrozzerie per la 850 spider, tuttavia, e aveva ideato la X1 / 9 (codice di progetto interno della Fiat) per sostituirla. All'inizio l'idea era che Bertone costruisse il nuovo middie su base freelance da componenti forniti da Fiat, ma Fiat riconobbe rapidamente il design come abbastanza pratico per la produzione di massa, cioè "conveniente". Il resto, come si suol dire, è storia.

La Fiat X1 / 9 ha seguito la Lotus Europa e la VW-Porsche 914 nell'essere un "kit car aziendale", con carrozzeria sportiva a due posti su un gruppo riorganizzato di componenti presi in prestito da una berlina di tutti i giorni. In questo caso, il donatore era il 128 a trazione anteriore della Fiat, introdotto nel 1969. Era semplice posizionare il suo pacchetto di potenza trasversale a metà nave per guidare le ruote posteriori, creando così una mini Lamborghini Miura. Anche lo sterzo proveniva dallo scaffale 128, così come i freni, anche se l'Xl / 9 ha beneficiato della sua composizione "kit" ottenendo dischi sul retro e sull'anteriore.

Considerando il suo passo di ricambio da 87 pollici e le dimensioni complessive ordinate, la Fiat X1 / 9 era una meraviglia dell'efficienza dello spazio. Non solo c'era una discreta camera in cabina, ma due bauli: uno a prua e uno a poppa (dietro il propulsore a centro barca). Il serbatoio del carburante viveva tra il vano motore e l'abitacolo, il ricambio all'interno dietro il sedile destro. Lo stile wedgy di Bertone era all'altezza del momento e sembra ancora buono adesso, mentre la struttura era evidentemente piuttosto forte.

L'abitacolo della Fiat Bertone è stretto ma ben pianificato.

Una buona cosa, anche perché oltre ad avere due porte e tre pannelli di accesso (uno per ogni baule più il cofano motore), la carrozzeria della X1 / 9 aveva un pannello del tetto sollevabile in stile Targa sopra l'abitacolo che poteva essere stivato nella parte anteriore tronco. La sospensione completamente indipendente era composta da montanti MacPherson / Chapman con molle a spirale compatti, riducendo così ulteriormente l'intrusione di spazio. Nel complesso, un pacchetto intelligente e ben congegnato.

E uno ben bilanciato, grazie al momento polare inferiore di inerzia e al ridotto rollio del corpo associati al layout a centro barca. La distribuzione del peso, originariamente 41/59 percento anteriore / posteriore, non era certo l'ideale, ma la geometria dello sterzo e delle sospensioni ha contribuito a compensare, rendendo l'X1 / 9 manovrabile, divertente da guidare e per niente bizzarro.

Inizialmente, l'X1 / 9 non era veloce come sembrava. Il suo 1.3 litri sohc quattro, ereditato dal 128, potrebbe essere andato bene per l'Europa ma non poteva tagliarlo negli Stati Uniti, impantanati dai controlli delle emissioni e dal peso extra delle attrezzature di sicurezza richieste a livello federale (incluso il troppo evidente "incidente" paraurti). In effetti, le prestazioni complessive non erano molto migliori di quelle del sempre più asmatico MGB.

La Fiat ha parzialmente risposto al problema in entrambi i mercati per il 1980 sostituendo il motore da 1498 cc della sua allora nuova berlina Ritmo / Strada e smontando il cambio originale a 4 marce con un 5 marce più lungo, che ha anche aiutato l'economia. L'anno successivo, l'iniezione di carburante Bosch L-Jetronic sostituì il precedente carburatore Weber per piccoli guadagni di potenza e coppia.

Queste e piccole revisioni annuali di cosmetici e attrezzature sono praticamente l'entità dei cambiamenti fino ad oggi, tranne per il fatto che la Fiat decise di uscire dal business delle auto sportive all'inizio degli anni '80 e fece in modo che Bertone assumesse la produzione completa e la commercializzazione della X1. / 9. Ciò ha portato a varie "edizioni speciali" negli ultimi anni, sebbene l'auto di base rimanga la stessa.

Nel frattempo, la Fiat aveva deciso di salvarsi dal mercato statunitense dopo anni di vendite in costante calo. Quindi, se al giorno d'oggi vuoi una nuova X1 / 9, la comprerai tramite l'organizzazione Malcolm Bricklin e pagherai fino a $ 13.000 per un'auto con badge Bertone.

Un ultimo punto. La divisione Lancia di Fiat utilizzerà l'approccio kit-car per il più grande (e non molto popolare) Monte Carlo con sede in Beta del 1975 (venduto brevemente negli Stati Uniti come Scorpion e sviluppato, per inciso, come progetto X1 / 20). Le odierne Toyota MR2 e Pontiac Fiero seguono lo stesso schema. Chi è il prossimo?

Per saperne di più su Fiat e altre auto sportive, vedere:

  • Come funzionano le auto sportive
  • Auto sportive degli anni '70
  • Auto sportive degli anni '80
  • Nuove recensioni di auto sportive
  • Recensioni di auto sportive usate
  • Muscle Cars
  • Come funziona la Ferrari
  • Come funziona la Ford Mustang
Non ha mai guidato la sua classe in potenza o velocità, ma la Fiat 124 Spider era buona abbastanza da sopravvivere alla maggior parte dei suoi rivali. Un modello del 1974 è mostrato qui.

La Fiat 124 Sport Spider non ha ottenuto il credito che meritava nei suoi primi anni. Alcune auto sportive, ad esempio l'Alfa Romeo Duetto, vengono apprezzate appieno solo dopo che se ne sono andate. Alcuni, quasi tutte le Porsche, ottengono riconoscimenti nel momento in cui appaiono. Altri ancora sembrano ben visti durante la produzione, poi la loro reputazione svanisce.

Forse è il lignaggio Fiat che ha offuscato l'eredità della 124 Sport Spider. Forse è che l'auto non era molto veloce. Forse le sue radici econo-berlina e il prezzo amichevole hanno dipinto un'immagine pedonale. Ma con lo svolgersi della sua corsa di due decenni, la Fiat 124 Sport Spider è diventata un esempio eminentemente piacevole di un'età dell'oro che sta svanendo.

"È un'auto sportiva altamente raffinata con uno stile accattivante, guida e maneggevolezza eccellenti e prestazioni a tutto campo piuttosto modeste", ha affermato Strada e pista nel 1976. "Non è affatto nuovo come domani, ma è sopravvissuto alla prova degli anni per diventare un classico ai suoi tempi."

Come per molte auto sportive, sotto la Spider si poteva trovare una berlina; in questo caso, la piccola 124 quattro porte della Fiat. A partire dal 1968, il gigante italiano ha effettivamente basato due auto sportive su questa piattaforma: un arioso coupé a quattro passeggeri con il passo standard da 95,3 pollici e lo Spider su una campata più corta di 5,5 pollici. Per le applicazioni sportive, il telaio 124 di base è stato modificato solo con valori di molla più elevati, cingoli e ruote più larghi e tutti i freni a disco anziché a tamburo / a disco.

L'abitacolo della 124 Sport Spider del 1974 era confortevole nonostante il posizione di guida a braccia aperte.

Pininfarina ha realizzato lo stile e la Spider non è mai sembrata superata, anche integrando i "paraurti" federali degli anni '70 senza troppe interruzioni. La posizione di guida a braccia aperte era troppo italiana per la maggior parte, e nonostante un "sedile posteriore" imbottito, questo ragtop era solo in teoria un 2 + 2. Ma il cambio a cinque marce si spostava in modo netto, la strumentazione era accurata e nessuna macchina sportiva aveva una capote che si piegava più facilmente o si chiudeva meglio.

L'ampliamento da 1,5 litri da 96 CV del motore 124 vantava una nuova testata twincam con trasmissione a camme a cinghia dentata, una novità mondiale. Spostamento e messa a punto hanno fluttuato durante gli anni '70 per soddisfare le regole dello smog degli Stati Uniti. L'auto raggiunse la sua forma definitiva nel 1981 come Spider 2000, con un 2.0 litri da 102 CV a iniezione. La Fiat è fuggita dal mercato americano nel 1984, ma ha trasferito la produzione e il marketing della Spider al carrozziere, che ha venduto un'edizione aggiornata, la Pininfarina Azzurra, per un altro anno circa negli Stati Uniti.

La grandezza non richiede che un'auto sportiva acquisisca statura dopo il ritiro. Che fosse fantastico ai suoi tempi, alle sue condizioni, è abbastanza.

Per saperne di più su Fiat e altre auto sportive, vedere:

  • Come funzionano le auto sportive
  • Auto sportive degli anni '70
  • Auto sportive degli anni '80
  • Nuove recensioni di auto sportive
  • Recensioni di auto sportive usate
  • Muscle Cars
  • Come funziona la Ferrari
  • Come funziona la Ford Mustang



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto