La pubblicità delle auto fa il greenwash?

  • Rudolf Cole
  • 0
  • 2066
  • 464
Galleria di immagini: auto ibride Questa pubblicità collega l'auto alla natura, modellandola come un insetto. È questo il greenwashing? Guarda le foto delle auto ibride. David McNew / Getty Images

Probabilmente l'hai visto molte volte in televisione: uno spot mostra un'auto nuova ed elegante che guida lungo strade ventose e di montagna e un narratore elenca tutti gli aspetti ecologici del veicolo. La società sosterrà che è l'auto più ecologica in circolazione e che ha le migliori idee per un'industria automobilistica sostenibile. Sei distratto da tutte queste promesse di un elevato chilometraggio del gas e interni confortevoli - e guarda, è conveniente! Prima che tu te ne accorga, l'auto ha raggiunto la cima della montagna, che in realtà è un campo luminoso e soleggiato - e guarda, piace anche alla fauna circostante! Questa macchina è tutt'uno con la Terra, in completa armonia con il suo ambiente.

Le automobili e gli autocarri leggeri negli Stati Uniti da soli causano circa il 5% delle emissioni totali di carbonio nel mondo, una delle principali cause del riscaldamento globale e dei drammatici cambiamenti climatici. Man mano che la consapevolezza si diffonde e gruppi di attivisti si battono contro gli standard industriali scadenti, le case automobilistiche se ne sono accorte. Molti hanno adottato misure per informare il pubblico che sa cosa sta succedendo: potresti notare molti più spot televisivi, siti Web e annunci stampati dedicati agli aspetti ecologici.

Questi annunci potrebbero essere prodotti in modo intelligente, con colori piacevoli, musica rilassante e annunciatori rassicuranti, ma sono il vero affare? Alcune persone hanno visto queste pubblicità e le hanno confrontate con le prestazioni effettive di un'auto o la posizione effettiva di un'azienda sui problemi, e le due cose non sempre si sommano. Le case automobilistiche stanno facendo il greenwashing del pubblico solo per trarre profitto da una tendenza recente? Commettono qualcuno dei sei peccati del greenwashing?

Man mano che le persone diventano più consapevoli delle tattiche di greenwashing, è emerso un elenco di sei peccati commessi dagli inserzionisti. Includono compromessi nascosti, mancanza di prove, affermazioni vaghe, affermazioni irrilevanti, il minore dei due mali e vere e proprie bugie. Le case automobilistiche commettono qualcuno di questi peccati?

Compromessi nascosti - Mentre un aspetto positivo delle prestazioni di un'auto potrebbe essere il momento clou di uno spot pubblicitario, le aziende a volte non menzionano i fattori negativi. Le prime pubblicità per il Reva G-Wiz, ad esempio, di solito evitavano il fatto che il veicolo fosse tecnicamente un "quadriciclo", non un'auto. Il veicolo non ha dovuto superare alcun crash test. Quando la rivista britannica Top Gear ha deciso di eseguire i propri crash test, i risultati sono stati dannosi.

Mancanza di prove - Alcune aziende affermano di non poter eseguire facilmente il backup con i dati. Nel gennaio 2008, la rete ambientale di base Friends of the Earth Europe ha invitato la casa automobilistica svedese Saab a modificare in modo significativo la sua pubblicità o ad affrontare azioni legali. La rete ha sostenuto che Saab stava facendo false affermazioni quando la società ha affermato che i suoi motori "Biopower" riducono le emissioni di CO2 fino all'80%. Saab inoltre non ha elencato alcun dato sulle emissioni di CO2 o sul consumo di carburante sul suo sito Web o opuscoli, il che è contro la legge in Europa.

Affermazioni vaghe - Questo tipo di greenwashing si verifica quando un annuncio menziona qualcosa che è troppo ampio o confuso per essere compreso dai consumatori. Diverse case automobilistiche daranno un miglio per gallone elevato ma fuorviante, ad esempio: i test meccanici su strada di rotolamento di solito danno risultati migliori rispetto alle condizioni di guida reali (come colline e traffico stop-and-go). Ad esempio, i consumatori che hanno acquistato una Ford Focus, l'auto più venduta nel Regno Unito, credevano che le loro auto avrebbero percorso circa 55 miglia per gallone su strada aperta. Dopo che la rivista Auto Express ha eseguito i propri test, quel numero si è rivelato inferiore del 23,3% a 42,5 miglia per gallone [fonte: The Guardian].

Il minore di due mali - Alcune pubblicità di automobili vengono chiamate in causa per aver affermato che l'auto ha basse emissioni, quando una nota a piè di pagina spiega che l'auto ha le emissioni più basse della sua categoria. Potrebbe comunque avere emissioni elevate rispetto ad altri veicoli, soprattutto se la sua classe è particolarmente inquinante [fonte: Climate Change Corp].

Quindi tutte le case automobilistiche greenwash? Mentre è sicuro dire che ci sono alcune aziende che si sforzano di innovare - vedi l'Attera Hybrid Car per un esempio del genere - alcune statistiche mostrano un atteggiamento falso nei confronti della politica verde. Recenti sondaggi suggeriscono che le aziende stanno cavalcando l'onda verde per proteggere la loro reputazione, non per preoccupazione reale. In un sondaggio del Regno Unito, il 27% degli intervistati ha ammesso che le loro politiche ecocompatibili avevano lo scopo di farli apparire belli agli occhi dei consumatori: la pressione dei consumatori ha ricevuto il 20% dei voti e il buon senso degli affari il 18%. Solo l'uno per cento degli intervistati ha affermato che le scelte ecologiche sono state fatte per preoccupazione [fonte: Financial Times].

Per molte altre informazioni su auto, combustibili alternativi e marketing, vedere la pagina successiva.

Sotto l'influenza

Uno dei più grandi esempi di greenwashing nella memoria recente è la pubblicità delle case automobilistiche Toyota. L'azienda è dietro la Prius, un popolare veicolo ibrido che, secondo quanto riferito, supererà le 50 miglia per gallone nel suo modello del 2009. Ma mentre Toyota va avanti con la tecnologia ibrida - lo slogan sul suo sito Web è "Moving Forward" - la società è anche membro dell'Alliance of Automobile Manufacturers, un gruppo di lobbying di Washington, DC, che si oppone a standard di carburante migliori. È stato solo dopo che Toyota ha ricevuto migliaia di e-mail arrabbiate dai clienti che hanno cambiato la loro posizione sul risparmio di carburante [fonte: NRDC].

Articoli Correlati

  • Come funziona il Greenwashing
  • Come funziona il riscaldamento globale
  • Come funzionano le auto ibride
  • Come funziona l'auto elettrica G-Wiz
  • Come funziona Aptera Hybrid
  • Ciò che senti determina ciò che acquisti?

Altri ottimi link

  • Amici della Terra Europa

fonti

  • "I dati sull'efficienza delle auto sono" fuorvianti "." The Guardian. Mercoledì 26 ottobre 2005. http://www.guardian.co.uk/cars/story/0,,1600988,00.html
  • "Saab ha avvertito di ritirare gli annunci" greenwash "o di affrontare una sfida legale". Amici della Terra Europa. 10 gennaio 2008. http://www.foeeurope.org/press/2008/Jan10_Saab_warned_greenwash.html
  • Baker, Mallan. "Marketing: quando il verde si ritrova contro il fuoco". Climate Change Corp. 18 gennaio 2008. http://www.climatechangecorp.com/content.asp?ContentID=5112
  • James, Jill. "USA: le aziende diventano green: greenquest o greenwash?" Financial Times. 15 ottobre 2007. http://www.corpwatch.org/article.php?id=14753
  • Miller, Steve. "Annunci Toyota verdi vengono lanciati in un ambiente ostile". Brandweek. 5 novembre 2007. http://www.brandweek.com/bw/news/recent_display.jsp?vnu_content_id=1003668303



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto