La tua auto potrebbe prendere un virus informatico?

  • Paul Sparks
  • 0
  • 1308
  • 218
In passato, i virus automobilistici erano rari perché uno dei soli modi per infettare un veicolo era un meccanico e tramite il computer o il software che utilizzava per diagnosticare i problemi con l'auto. Getty Images / Visione digitale

Più di 100 conducenti del Texas avrebbero potuto essere scusati per aver pensato di aver avuto una fortuna davvero orrenda o - almeno per i più superstiziosi tra loro - che i loro veicoli fossero posseduti da uno spirito maligno. Questo perché nel 2010, più di 100 clienti di una concessionaria chiamata Texas Auto Center hanno trovato i loro sforzi per avviare le loro auto infruttuosi e, ancora peggio, gli allarmi delle auto suonavano incessantemente, interrompendosi solo quando le batterie sono state rimosse dai veicoli [fonte: Shaer].

Quella che ad alcuni sembrava essere un'eruzione di coincidenza e guasto meccanico si è rivelato essere il lavoro di un dipendente insoddisfatto trasformato in hacker. Omar Ramos-Lopez, che era stato licenziato dal Texas Auto Center, decise di vendicarsi del suo ex datore di lavoro di Austin, in Texas, hackerando il sistema di immobilizzazione dei veicoli basato sul Web dell'azienda, tipicamente utilizzato per disabilitare le auto di persone che avevano ha smesso di effettuare pagamenti obbligatori [fonte: Shaer]. Oltre a creare un sacco di caos e generare una marea di lamentele da parte dei clienti, Ramos-Lopez, che alla fine è stato arrestato, ha evidenziato alcune delle vulnerabilità dei nostri veicoli sempre più dipendenti dal computer da un hacker esperto e motivato.

Sebbene l'attacco di Ramos-Lopez abbia suscitato molta attenzione, il suo hacking è stato abbastanza docile rispetto alle possibilità esposte dagli analisti di numerose università diverse. Infatti, nel 2010 i ricercatori dell'Università di Washington e dell'Università della California a San Diego hanno dimostrato di poter hackerare i sistemi informatici che controllano i veicoli e avere potere a distanza su tutto, dai freni al riscaldamento alla radio [fonte: Clayton] . I ricercatori della Rutgers University e della University of South Carolina hanno anche dimostrato la possibilità di dirottare i segnali wireless inviati dal sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici di un'auto, consentendo agli hacker di monitorare i movimenti di un veicolo.

Presi insieme, questi eventi mostrano che le automobili sono sempre più vulnerabili al tipo di virus (noto anche come malware) introdotto dagli hacker che regolarmente tormentano, frustrano e danneggiano gli utenti di PC ovunque. Ovviamente, questo ha implicazioni reali per i conducenti, anche se i ricercatori stessi sottolineano che gli hacker non hanno ancora vittimizzato molte persone. Ma le ramificazioni sono chiare.

"Se la tua auto è infetta, tutto ciò di cui è responsabile il computer infetto è infetto. Quindi, se il computer controlla le finestre e le serrature, il virus o il codice dannoso può controllare le finestre e le serrature", afferma Damon Petraglia, che è direttore dei servizi forensi e di sicurezza delle informazioni presso Chartstone Consulting e ha formato funzionari delle forze dell'ordine in informatica forense. "Lo stesso vale per lo sterzo e la frenata."

Continua a leggere per scoprire perché le auto più tecnologicamente avanzate sono più a rischio.

Qualsiasi meccanico che sia diventato maggiorenne negli anni '60 e '70 ti dirà che le auto oggi sono diverse da qualsiasi cosa su cui hanno imparato a lavorare, così piene zeppe di computer che sembrano più il regno di un fanatico dell'IT che di una scimmia grasso. Ed è certamente vero che i veicoli moderni hanno molti computer, anche se in generale non sono esattamente come i PC. "Le auto hanno processori molto più semplici di un computer di casa e sono progettate per svolgere compiti semplici e dedicati", afferma Cameron Camp, ricercatore presso ESET, una società di sicurezza tecnologica.

In effetti, la maggior parte delle auto oggi ha numerosi cosiddetti "sistemi incorporati", che sono piccoli computer che controllano aspetti molto specifici del funzionamento dell'auto, come l'attivazione dell'airbag, il controllo della velocità di crociera, i sistemi di frenata antibloccaggio e il sedile elettrico. Sebbene questi sistemi incorporati condividano la stessa architettura di un PC (utilizzano hardware, software, memoria e un processore), sono più simili a uno smartphone in termini di raffinatezza che a un laptop. I computer automobilistici sono stati più o meno immuni da hacker e virus perché, a differenza dei PC, c'erano pochi modi per i computer esterni o le persone di connettersi con i computer dei veicoli.

In generale, l'introduzione di un virus richiedeva il controllo fisico dell'auto. "In passato questo sarebbe stato difficile poiché l'unico modo per accedere al computer di un'auto era attraverso l'uso di apparecchiature diagnostiche o di riprogrammazione del produttore", afferma Robert Hills, responsabile del programma di istruzione senior presso l'Universal Technical Institute, specializzato in formazione tecnica e formazione per l'industria automobilistica. In altre parole, sarebbe necessario che un meccanico introducesse un virus attraverso il computer o il software utilizzato per diagnosticare un problema con l'auto.

Secondo Aryeh Goretsky, un altro ricercatore presso ESET, è anche costoso sviluppare virus per molte auto perché manca la standardizzazione di hardware, software e protocollo. "Ciò renderebbe difficile per un aggressore prendere di mira più di poche marche e modelli di automobili alla volta", afferma.

Ma la vulnerabilità all'hacking e ai virus cresce man mano che i computer delle auto diventano più connessi al mondo esterno. "Poiché sempre più auto si interfacciano con siti Internet come Pandora e persino Facebook, le auto ottengono una comunicazione bidirezionale e sono quindi per definizione più vulnerabili", afferma Cas Mollien, uno stratega della tecnologia dell'informazione e della comunicazione con Bazic Blue. Con più dispositivi di comunicazione e intrattenimento, inclusi adattatori MP3 e iPod e porte USB, arrivano più canali per i virus che potenzialmente possono entrare in un'auto.

Fai clic qui per scoprire perché sempre più vantaggi dai computer automobilistici significano ancora più pericolo.

L'aggiunta di cose come gli MP3 non è stata ancora un grosso problema perché finché i dispositivi sono scollegati dai computer dell'auto e viene introdotto un virus, il peggio che potrebbe accadere è un malfunzionamento del dispositivo stesso. Ma è solo questione di tempo prima che gli hacker intelligenti trovino un modo per entrare. Immagine gentilmente concessa da Apple

Cas Mollien di Bazic Blue afferma che l'avvento dei dispositivi di comunicazione e intrattenimento non è ancora un grosso problema. "Finché l'interfaccia multimediale è separata dai computer di controllo dell'auto, il peggio che potrebbe accadere è un malfunzionamento dell'attrezzatura multimediale", afferma. "Tuttavia, non appena questi due componenti sono collegati, la porta è spalancata ed è solo una questione di tempo per un hacker intelligente per trovare un modo per attraversare. Allora avremo un problema".

Questo problema potrebbe diffondersi rapidamente, letteralmente, man mano che migliora la capacità dei computer per auto di comunicare tra loro. "I produttori stanno lavorando su questo e i veicoli futuri probabilmente avranno la capacità di condividere informazioni sulla sicurezza, le situazioni di traffico in anticipo e altro ancora", afferma Robert Hills dell'Universal Technical Institute.

Non sorprende che le case automobilistiche stiano lavorando su modi per impedire agli hacker di introdurre virus nelle auto e di fare altrimenti del male, sebbene i dettagli dei loro sforzi non siano prontamente disponibili. Tuttavia, le opinioni sono contrastanti su quanto sia davvero preoccupante per i futuri conducenti. Petraglia di Chartstone Consulting afferma che il momento di iniziare la pianificazione è adesso, poiché consentirà di attuare misure preventive prima che il problema sia pervasivo.

Ma il ricercatore di ESET Goretsky non sta perdendo il sonno al riguardo. "Dobbiamo sempre preoccuparci dei rischi ogni giorno, sia che si tratti di utilizzare un computer o di guidare un'auto", afferma. "Il rischio potenziale di un virus informatico su un'automobile non mi impedirebbe certamente di acquistarne uno".

articoli Correlati

  • I 10 peggiori virus informatici di tutti i tempi
  • I 5 migliori gadget per auto
  • Come funzionano i computer per auto
  • Come funzionano i virus informatici
  • Come funzionano gli hacker
  • Come rimuovere un virus informatico
  • Come sapere se il tuo computer è stato infettato da un virus
  • Come funzionano i virus dei telefoni cellulari

fonti

  • Campo, Cameron. Ricercatore presso ESET, una società di sicurezza tecnologica. Corrispondenza personale. 15 settembre 2011.
  • Clayton, Mark. "Scienziati hackerano i computer delle auto: controllano i freni, il motore." Il Christian Science Monitor. 13 agosto 2010. (12 settembre 2011). http://www.csmonitor.com/USA/2010/0813/Scientists-hack-into-cars-computers-control-brakes-engine
  • Goretsky, Aryeh. Ricercatore presso ESET, una società di sicurezza tecnologica. Corrispondenza personale. 15 settembre 2011.
  • Hills, Robert. Responsabile del programma di istruzione senior presso l'Universal Technical Institute. Corrispondenza personale. 16 settembre 2011.
  • Mills, Elinor. "Hacking a car (Q&A)." CNET. 14 maggio 2010. (13 settembre 2011). http://news.cnet.com/8301-27080_3-20005047-245.html
  • Mollien, Cas. Stratega delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione presso Bazic Blue. Corrispondenza personale. 14 settembre 2011.
  • Petraglia, Damon. Direttore dei servizi forensi e di sicurezza delle informazioni presso Chartstone Consulting. Corrispondenza personale. 13 settembre 2011.
  • Shaer, Matthew. "Un hacker scontento disabilita da remoto 100 auto." Il Christian Science Monitor. 18 marzo 2010. (13 settembre 2011) http://www.csmonitor.com/Innovation/Horizons/2010/0318/Disgruntled-hacker-remotely-disables-100-cars



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti su segreti e scoperte. Molte informazioni utili su tutto
Articoli su scienza, spazio, tecnologia, salute, ambiente, cultura e storia. Spiegare migliaia di argomenti in modo da sapere come funziona tutto